ย 
  • Dott.ssa Laura Moratti

L'atavico richiamo della festa

๐Ÿ‘‰ Oggi vi spiego uno dei motivi per i quali risulta cosรฌ complesso ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ฒ๐—ป๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ ๐˜‚๐—ป ๐˜€๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ๐—ป๐—ผ ๐—ฒ๐—พ๐˜‚๐—ถ๐—น๐—ถ๐—ฏ๐—ฟ๐—ถ๐—ผ ๐—ป๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฒ ๐—ณ๐—ฒ๐˜€๐˜๐—ฒ ๐—ป๐—ฎ๐˜๐—ฎ๐—น๐—ถ๐˜‡๐—ถ๐—ฒ.


โ˜๏ธ I nostri ๐—ฎ๐—ป๐˜๐—ฒ๐—ป๐—ฎ๐˜๐—ถ non avevano disponibilitร  di cibo costante e regolare.

Quando cacciavano un grosso animale, ๐—ป๐—ฒ ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ด๐—ถ๐—ฎ๐˜ƒ๐—ฎ๐—ป๐—ผ ๐—ฝ๐—ถ๐˜‚ฬ€ ๐—ฐ๐—ต๐—ฒ ๐—ฝ๐—ผ๐˜๐—ฒ๐˜ƒ๐—ฎ๐—ป๐—ผ. Sapevano tutti che potevano passare parecchi giorni prima di uccidere unโ€™altra preda.


โ— Questa รจ una memoria atavica che ci porta a ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ด๐—ถ๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฝ๐—ถ๐˜‚ฬ€ ๐—พ๐˜‚๐—ฎ๐—ป๐—ฑ๐—ผ ๐—ฐโ€™๐—ฒฬ€ ๐—ฎ๐—ฏ๐—ฏ๐—ผ๐—ป๐—ฑ๐—ฎ๐—ป๐˜‡๐—ฎ di cibo, come nel periodo natalizio.


โš ๏ธ Apparentemente potrebbe sembrare che nessuno di noi, nel mondo occidentale, abbia sofferto realmente la fame, ma in realtร  le persone che vivono nella ๐—บ๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ฎ๐—น๐—ถ๐˜๐—ฎฬ€ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฎ ๐—ฑ๐—ถ๐—ฒ๐˜๐—ฎ (tutto o nulla, โ€œfeast or famineโ€ = festa o fame) ๐—ต๐—ฎ๐—ป๐—ป๐—ผ ๐˜€๐—ฝ๐—ฒ๐—ฟ๐—ถ๐—บ๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ฎ๐˜๐—ผ ๐—น๐—ฎ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ๐˜ƒ๐—ฎ๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฐ๐—ถ๐—ฏ๐—ผ ad ogni ciclo di dieta restrittiva.


โœ… Proprio queste esperienze vanno a parlare con il nostro cervello piรน primitivo che ha ancora ๐—ฝ๐—ฎ๐˜‚๐—ฟ๐—ฎ ๐—ฑ๐—ฒ๐—น๐—น๐—ฎ ๐—บ๐—ฎ๐—ป๐—ฐ๐—ฎ๐—ป๐˜‡๐—ฎ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฐ๐—ถ๐—ฏ๐—ผ, della fame e della morte.



Post in evidenza
Post recenti
ย