• Dott.ssa Laura Moratti

Legumi e meteorismo

In alcune persone il consumo di legumi può far insorgere #meteorismo (gonfiore addominale).

La produzione di gas intestinale è il sintomo più spesso accusato da chi non “riesce” a mangiare i legumi.

👉 Ciò dipende dal fatto che, se consumati raramente, non si riesci a sviluppare la #flora #intestinale che ci permette di “digerire” dei particolari tipi di #zuccheri (oligosaccaridi: stachiosio, raffinosio, verbascosio) presenti principalmente nella buccia, che è di fatto la parte che causa il maggior fastidio.

☝️ Ecco alcuni consigli per #rieducare il proprio intestino ai legumi:

🔹 consumare legumi #regolarmente: è la funzione che fa l’organo, cioè la flora batterica intestinale ha bisogno di abituarsi agli zuccheri dei legumi per #ridurre al minimo il meteorismo

🔸 iniziare con #lenticchie, soprattutto quelle rosse, i fagioli mung (“soia verde”), gli azuki (“soia rossa”), i fagioli con l’occhio e i pisellini freschi

🔹 usare legumi #secchi e lasciarli in ammollo il giusto tempo, che eccetto per le lenticchie, è mediamente di 12-15 ore. Se si comprano i legumi già pronti molto probabilmente saranno meno digeribili

🔸 cuocerli molto bene: devono rompersi con una leggera pressione della forchetta

🔹 masticarli bene

🔸 per renderli ancora più #digeribili consumare le tipologie di legumi già indicate sotto forma di #passati (con passaverdure, non con frullatore che sminuzza le bucce senza eliminarle) o usarli anche per la preparazione di crocchette o di burger vegetali.

🔹 Dopo il pasto, o anche durante, bere una #tisana tiepida allo zenzero, oppure a base di piante carminative come finocchio, anice o menta.

Post in evidenza
Post recenti