• Dott.ssa Laura Moratti

La trappola della “mentalità del tutto o nulla”

👉 Spesso chi ha passato la propria vita a #restringere l’alimentazioe divide il #cibo in buono/cattivo, giusto/sbagliato: in questa “mentalità del tutto o nulla” esiste il cibo che può essere assunto senza problemi, per esempio verdura e proteine magre, e il cibo #cattivo ovvero ingrassante, come i biscotti, le patatine, il cioccolato. 🍪

😞 Questo #atteggiamento così rigoroso scatena però frequentemente i cosiddetti “sgarri”, a cui seguono senso di colpa, pensieri negativi e #frustrazione che portano di nuovo a voler consumare in maniera rigida (e utopistica) i cibi considerati buoni e giusti.

☝️ Recuperare un sereno rapporto con il cibo, grazie a pratiche di #consapevolezza e corrette informazioni scientifiche, permette di godersi qualsiasi alimento.

✅ Quando si mangia con consapevolezza, infatti, si è in sintonia con i propri #bisogni fisici e psicologici e si è in grado di #riconoscere e #rispondere in maniera funzionale alla propria fame e ai propri desideri, abbandonando così i pensieri negativi e il senso di colpa.


Post in evidenza
Post recenti