• Dott.ssa Laura Moratti

Campanelli d'allarme per i disturbi alimentari

👉 Tra i miei pazienti mi capita spesso di avere #giovani e giovanissimi, accompagnati dai genitori, allarmati per un eccessivo #calo #ponderale o per il #sovrappeso.

Molto importate diventa quindi saper #individuare i campanelli di allarme per i #disturbi del comportamento alimentare, onde evitare che la situazione diventi grave.

☝️ Conoscere e riconoscere in un giovane i segni premonitori di un disturbo del #comportamento #alimentare è molto importante per affrontare il problema il prima possibile e contenere gli #effetti negativi a lungo termine.

⚠️ Vediamo i #segnali che possono costituire un campanello di #allarme e cui i genitori hanno il dovere di prestare attenzione:

🔸 1. Bassa #autostima e tendenza a #giudicarsi in base ad aspetti fisici.

🔹 2. Insoddisfazione per la propria #immagine corporea, in particolare #altezza e #peso: col crescere dell’età, il proprio corpo viene visto in maniera sempre più #distorta (vedersi costantemente grassi anche quando non è così) e l’aspetto fisico diventa una #preoccupazione costante.

🔸 3. Racconti di #esclusione o #diversità rispetto ai compagni, accompagnati da malinconia e autosvalutazione (ritiro sociale).

🔹 4. Irritabilità in famiglia, sbalzi d’umore e scatti di #rabbia, #ansia crescente sia nei confronti degli impegni scolastici sia delle situazioni in ambito familiare.

🔸 5. Piccole e crescenti #ossessioni, anche non riguardanti il cibo almeno nelle fasi iniziali: mettere sempre e solo certi vestiti e non altri, fare certe operazioni solo in una sequenza stabilita. #Perfezionismo esasperato.

🔹 6. #Iperattività fisica, con atteggiamento ossessivo.

🔸 7. Difficoltà crescenti nelle #relazioni con i genitori.

🔹 8. Denuncia di #malessere fisico durante i #pasti :nausee, maldipancia, mal di testa, che portano ad alzarsi da tavola e fuggire dal pasto.

🔸 9. Selettività esasperata degli alimenti, con #rifiuto di mangiare quando a tavola è presente uno dei cibi non graditi o che “mi fanno sentire male”, la cui #lista invariabilmente si allunga giorno dopo giorno.

🔹 10. Discorsi ricorrenti sulla necessità di #eliminare certi alimenti perché “contaminati”, “non sani”, “cancerogeni” etc.

🔸 11. Valutazione sproporzionata della #sensazione di #fame: negazione assoluta.

Post in evidenza
Post recenti