• Dott.ssa Laura Moratti

Fame emotiva: spunti per gestirla

➡️➡️ Entriamo nel vivo dei suggerimenti per gestire con #consapevolezza la nostra fame emotiva.

Sono tre le domande che possono aprirci la strada ad una maggiore consapevolezza (#mindfullness) 🙏, nel momento in cui stiamo per alzarci ed andare a mangiare per l’ennesima volta.

1️⃣La prima è: “Ho davvero fame?” 🍪

Abbiamo già visto che decidere di mangiare è l’azione più adeguata se la risposta è “sì”.

Oggi vediamo se, dopo aver applicato lo stop ed effettuato il #bodyscan, la nostra risposta è “no, non ho davvero fame”.

Se non notiamo sensazioni che provengono direttamente dal corpo, probabilmente stiamo provando determinate #emozioni che siamo abituati ad andare a compensare con il cibo.

2️⃣“Di cosa ho realmente bisogno adesso?” ❓

È la seconda domanda che ci guida verso una maggiore consapevolezza.

Per rispondere chiediamoci quali emozioni e di conseguenza quali reali #bisogni sono presenti dentro di noi in questo preciso momento. Proviamo a dare un #nome a queste emozioni: noia, tristezza, insofferenza, rabbia etc etc.

3️⃣“Quali altre opzioni ho oltre al cibo?” 🖐

Una volta dato il nome alle #emozioni, possiamo provare ad individuare #attività alternative rispetto all’assunzione di cibo che possiamo mettere in pratica per rispondere in maniera funzionale all’emozione che proviamo.

➡️A titolo di esempio, una #risposta possibile alla noia può essere un’attività, alla stanchezza può essere per molti il riposo, alla tristezza è dedicarci a qualcosa che ci piace e così via. 👍Ogni persona con la #pratica potrà scoprire quali siano le attività che più lo aiutano ad andare realmente incontro ai propri reali bisogni.

✅La soluzione è quindi riuscire a trovare una serie di #alternative #diverse rispetto al cibo.

È molto importante avere presente che non c’è niente di male in sé a provare fame emotiva ed andare a compensarla con il cibo.☝️ Tuttavia quello che spesso poi avviene è che, se il cibo è l’unica nostra opzione per gestire tutte le nostre emozioni, allora questo nostro #atteggiamento può diventare #disfunzionale rispetto a nostri personali bisogni di salute fisica e psicologica.

👉Il suggerimento che vi voglio dare è di mantenere il cibo come una #opzione all’interno di un ventaglio che comprenda anche attività diverse.

In base alla #situazione e alle possibilità del momento, consapevolmente, potremo scegliere una cosa piuttosto che un’altra.🤹‍♀️

E quando sceglieremo il cibo lo faremo consapevolmente, lo gusteremo pienamente dando #dignità a quel momento, come spiegato nel video e nel post precedente, senza #giudizio e senza senso di colpa.😉

🌀Rimanete connessi, mettete un like se questo video vi è servito e condividetelo con gli amici che pensate possano essere interessati!


Post in evidenza
Post recenti